Contributo economico una tantum per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza dei caregiver familiari di soggetti affetti da disabilità grave e gravissima.

Dettagli della notizia

    Contributo economico una tantum per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza dei caregiver familiari di soggetti affetti da disabilità grave e gravissima

    Descrizione

    Finalità del bando
    Il D.R.S. n° 1647 del 19/06/2023 “Decreto di impegno e liquidazione di € 1.872.002,82 in favore dei Distretti Socio Sanitari dell’Isola per l’erogazione delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare dei disabili gravi e gravissimi – F.N.A. Stato – annualità 2021” prevede la ripartizione del finanziamento tra i Distretti Socio Sanitari dell’Isola, al fine di riconoscere il “bonus caregiver” ai caregivers familiari che svolgono il ruolo di assistenza e cura di soggetti affetti da disabilità grave e gravissima.
    La Deliberazione di Giunta Regionale n. 360 del 25 Luglio 2022 ha destinato la quota del 65 % del finanziamento ai caregivers familiari dei soggetti affetti da disabilità grave e la quota del 35 % ai caregivers familiari dei soggetti affetti da disabilità gravissima.
    Nella specificità, al Distretto Socio Sanitario 38 di Lercara Friddi è stato attribuito un finanziamento pari a € 10.329,36, di cui € 6.714,09 da destinare ai caregivers familiari dei disabili gravi e € 3.615,28 da destinare ai caregivers familiari dei disabili gravissimi.
    Il budget di sostegno viene riconosciuto al caregiver familiare per lo svolgimento del suo ruolo di cura e assistenza di soggetti in condizioni di gravissima disabilità non autosufficienza.
    Chi è il caregiver familiare che può presentare domanda:
    Il caregiver familiare, come definito dall’art. 1, comma 255, della L. 30 dicembre 2017 n. 205, è la persona che, in maniera informale e gratuita, assiste e si prende cura:
     del coniuge,
     dell’altra parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto ai sensi della legge 20 maggio 2016, n. 76,
     di un familiare o di un affine entro il secondo grado, ovvero, nei soli casi indicati dall’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di un familiare entro il terzo grado, i quali, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non siano autosufficienti e in grado di prendersi cura di sè, siano riconosciuti invalidi in quanto bisognosi di assistenza globale e continua di lunga durata ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o siano titolari di indennità di accompagnamento ai sensi della legge 11 febbraio 1980, n. 18.
    Non sono ammessi alla misura del “budget di sostegno al caregiver familiare”:
    • i caregiver familiari di persone con disabilità gravissima non autosufficienza ricoverati presso strutture residenziali sociosanitarie e/o sanitarie assistenziali.
    Destinatari
    I destinatari del presente Avviso Pubblico sono i caregivers che svolgono il ruolo di cura e sostegno dei familiari affetti da disabilità grave e gravissima residenti nei Comuni del Distretto Socio Sanitario 38 di Lercara Friddi.
    Condizione di disabilità grave e gravissima
    Per persone in condizione di disabilità grave si intendono i soggetti in possesso della certificazione ai sensi dell’art. 3, comma 3, della L. 104/92 o riconosciuti invalidi al 100% con indennità di accompagnamento, ai sensi della legge n. 18/80.
    Per persone in condizione di disabilità gravissima si intendono le persone già riconosciute affette da disabilità gravissima, in seguito a valutazione conclusiva da parte dell’U.V.M. distrettuale, ai sensi dell’art. 3 del D.M. 26 settembre 2016 e che percepiscono il beneficio economico a seguito sottoscrizione del Patto di Cura.
    Modalità per l’ottenimento del beneficio
    Il bonus caregiver, previsto dal presente avviso, consistente in un trasferimento monetario una tantum, nei limiti delle risorse stanziate ed indicate nel Bilancio Regionale, verrà erogato sulla base del numero di istanze presentate.
    Possono presentare istanza tutti i caregiver dei disabili gravi e dei disabili gravissimi residenti nel Distretto Socio Sanitario 38.
    Le istanze devono essere presentate al Comune di residenza.
    L’istanza, scaricabile dal sito istituzionale del proprio Comune di residenza debitamente compilata, firmata e corredata dalla documentazione richiesta, dovrà pervenire all’ufficio di Protocollo Generale del Comune, in busta chiusa con la dicitura “Contiene dati sensibili” , specificando se trattasi di Caregiver di un disabile grave o gravissimo, entro e non oltre le ore 14,00 del 21.11.2023.
    Il caregiver di disabile gravissimo potrà presentare una sola istanza, a valere sul decreto destinato ai caregivers familiari dei disabili gravissimi.
    Alla predetta domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:
    Caregivers familiari disabili gravi
    – Istanza come da apposito modello compilata in ogni sua parte;
    Copia del documento di riconoscimento del disabile grave e del caregiver familiare;
    – Copia del codice fiscale del caregiver familiare;
    – Verbale della commissione attestante la disabilità grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92;
    – Dichiarazione modalità di pagamento su cui accreditare il contributo (Allegato A);
    Caregivers familiari disabili gravissimi
    – Istanza come da apposito modello compilata in ogni sua parte;
    – Copia del documento di riconoscimento del disabile grave e del caregiver familiare;
    – Copia del codice fiscale del caregiver familiare;
    – Copia verbale di disabilità grave (art. 3 comma 3 legge 104/92) e/o verbale di invalidità civile al 100% con riconoscimento indennità di accompagnamento, dal quale emerga la patologia e la non autosufficienza del soggetto;
    – Copia del Patto di cura firmato dal caregiver familiare;
    – Dichiarazione modalità di pagamento su cui accreditare il contributo (Allegato A);
    A seguito della presentazione delle istanze, gli Uffici preposti procederanno alla verifica della documentazione trasmessa e all’accertamento delle dichiarazioni prestate.
    Al termine, dell’istruttoria, si procederà all’erogazione del contributo economico previsto dal presente Avviso Pubblico.
    Saranno escluse le istanze pervenute oltre il termine previsto o non corredate dalla documentazione sopra indicata.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *